130 stage 1000 euro al mese al ministero della Cultura

Il Ministro Dario Franceschini ha firmato e inviato ai Ministri concertanti il decreto riguardante l’attivazione dei tirocini del Fondo “1000 giovani per la cultura” anche per l’anno 2015.

Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, continua il programma di formazione per giovani fino a 29 anni di età nel settore dei beni e delle attività culturali previsto dal decreto legge n. 76 del 2013 e confermato dal decreto legge “Art-bonus” n. 83 del 2014. Anche per il 2015, il decreto prevede 130 tirocini formativi nell’ambito di progetti di rilevante interesse per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale della Nazione.

 

“Pompei, i musei e le loro attività, il censimento e la catalogazione dei beni culturali delle ambasciate italiane, così come gli archivi e le biblioteche nazionali” – ha spiegato il ministro Franceschini – “hanno importanza strategica per il Paese. Nel 2015, i 130 tirocini del “Fondo 1000 giovani” saranno perciò dedicati a tali settori. Come già avvenuto con successo lo scorso anno, si tratta di tirocini formativi della durata di 6 mesi” – ha aggiunto – “che coinvolgeranno giovani di età non superiore ai 29 anni selezionati per titoli e colloquio. L’obiettivo è quello di individuare i percorsi di studio più brillanti (laurea a pieni voti e corsi di perfezionamento) attribuendo un titolo preferenziale al dottorato di ricerca. Per questa ragione” – ha concluso il ministro – “secondo quanto già previsto nel 2014, l’indennità per i tirocinanti, pari a 1.000 euro lordi mensili, è stata parametrata all’importo delle borse di dottorato nelle università italiane”.

Per il 2015, i 130 tirocini sono stati così suddivisi:

– 30 presso la Soprintendenza speciale per Pompei, Ercolano e Stabia;
– 50 presso i Poli museali regionali e presso la Direzione generale Musei;
– 50 presso l’Archivio centrale dello Stato, l’Istituto centrale per gli Archivi, le soprintendenze archivistiche, gli archivi di Stato, le Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze e le biblioteche statali;

I 130 tirocini sono rivolti a laureati in:
– Archeologia;
– Architettura;
– Archivistica e biblioteconomia;
– Beni culturali;
– Economia;
– Economia e gestione dei beni culturali
– Geologia;
– Giurisprudenza;
– Ingegneria;
– Ingegneria ambientale;
– Ingegneria civile;
– Ingegneria informatica;
– Scienza e tecnologia per i beni culturali;
– Scienze forestali e ambientali;
– Storia dell’arte;
– Tecnologia per la conservazione e il restauro dei beni culturali;
– Altre discipline se in possesso di diploma delle scuole di alta formazione e di studio che operano presso: l’Istituto superiore per la conservazione e il restauro; l’Opificio delle pietre dure, l’Istituto centrale per la patologia del libro; la Scuola di specializzazione beni archivistici e librari; le scuole di archivistica del Mibact presso gli archivi di Stato.

 

Una volta acquisito il concerto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali e del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, i bandi verranno pubblicati sul sito del Mibact entro trenta giorni dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto per quanto riguarda Pompei, Ercolano e Stabia e entro quarantacinque giorni per le restanti posizioni

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.
  • sergio

    sono un laureato in beni culturali dal 2006.vi prego di prendermi.pronto per impiego part time.discreto uso delle lingue ottimo del computer.fatemi sapere!il mio numero e’3270394467.vi prego,e’ importante!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi