Bando “Fondo Futuro” prestiti di importo compreso tra i 5.000 euro e i 25.000 euro

La Regione Lazio rilancia il microcredito e la microfinanza (L.R. 10/2006, art. 1, commi 20-28), con un intervento di erogazione di piccoli finanziamenti a tasso agevolato a chi ha un’idea imprenditoriale ma ha difficoltà di accesso al credito bancario.

Sul BURL Lazio n 40 del 19 maggio 2016 è pubblicato il bando per la presentazione delle domande di finanziamento

Il programma della Regione prevede lo stanziamento di 35 milioni di euro, risorse provenienti dai fondi europei del POR FSE 2007-2013, per finanziare progetti di autoimpiego, l’avvio di nuove imprese o la realizzazione di nuovi progetti promossi da imprese esistenti.

Obiettivo: concedere finanziamenti a tasso agevolato per sostenere imprese esistenti, nuovi progetti e nuove esperienze imprenditoriali affinché possano affermarsi sul mercato potendo così far fronte al rientro del prestito attraverso il reddito prodotto dalla stessa iniziativa imprenditoriale.

Beneficiari dell’intervento sono le microimprese in forma di società cooperative, società di persone e ditte individuali, già esistenti o da costituire che abbiano o intendano aprire una sede operativa nella Regione Lazio e i titolari di partita IVA con domicilio fiscale nella Regione Lazio. Sono esclusi i soggetti che hanno avuto anomalie bancarie.

Lo stanziamento complessivo è pari a 35 milioni di euro di cui 5 milioni riservati ai soggetti economicamente più deboli e così ripartiti:

• 3 milioni di euro ai giovani sotti i 35 anni

• 2 milioni di euro per gli over 50

• 5 milioni con reddito inferiore ai 21.000 euro

• 5 milioni per i lavoratori svantaggiati

• 15 milioni sono destinati a tutti gli altri

I progetti ritenuti idonei beneficeranno di prestiti di importo compreso tra i 5.000 euro e i 25.000 euro da restituire al tasso agevolato dell’1% e per una durata massima di 84 mesi.

A chi si rivolge:

microimprese già esistenti
microimprese ancora da costituire
titolari di partita IVA
che abbiano difficoltà o impossibilità di accesso al credito bancario ordinario.

Sono escluse le società di capitali.

Il prestito: i progetti ritenuti idonei potranno beneficiare di prestiti di importo compreso tra 5.000 e 25.000 euro, da restituire al tasso di interesse dell’1%, con una durata da definire caso per caso e comunque non oltre gli 84 mesi, incluso l’eventuale preammortamento. Sono ammissibili le spese relative al progetto presentato, che andrà realizzato entro 12 mesi dall’ottenimento del prestito.

 

FONTE:   REGIONE LAZIO BANDO FONDO FUTURO

 

 

 

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi