Concorso Dirigente amministrativo Legale requisiti laurea in Giurisprudenza Stipendio tabellare 43.572,97

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI DIRIGENTE AMMINISTRATIVO‐LEGALE Stipendio tabellare 43.572,97

Il Dirigente del 3° SETTORE RISORSE UMANE – AFFARI LEGALI

Vista la deliberazione di Giunta Comunale n. 394 del 14/07/2015, ad oggetto “Deliberazione di G.C. n.341 del 18/06/2015 – Approvazione programmazione triennale del fabbisogno del personale 2015/2017 – Integrazione”;
Vista la determinazione dirigenziale n. 1429 del 23/07/2015 di con la quale si dà avvio alla procedura selettiva per il conferimento di un incarico a tempo determinato di Dirigente Amministrativo‐Legale, ai sensi dell’art. 110, comma 1 del D.Lgs. 267/2000 sino alla fine del mandato del Sindaco e comunque per un periodo non inferiore a tre anni;

rende noto

che l’Amministrazione Comunale di Torre del Greco intende conferire l’incarico di Dirigente Amministrativo per l’attribuzione delle funzioni della direzione del 3° Settore Risorse umane – Affari Legali, con le modalità e alle condizioni di cui ai successivi punti, mediante costituzione di rapporto di lavoro a tempo determinato.

1. Oggetto e tipologia dell’incarico.

L’espletamento dell’incarico consiste nello svolgimento dell’attività di direzione conferita e, con essa, delle unità organizzative interne di livello intermedio secondo il vigente organigramma del Comune di Torre del Greco;
L’attività di direzione di cui all’incarico implica l’esercizio di tutte le funzioni, i poteri e le prerogative che le vigenti norme regolamentari conferiscono ai dirigenti, ivi compresa la capacità di impegnare l’amministrazione verso l’esterno, con responsabilità di risultato, relativamente alle attività di pertinenza.

L’attribuzione dell’incarico dà luogo all’inquadramento nella qualifica dirigenziale di cui al vigente ordinamento, con attribuzione automatica delle funzioni sopra richiamate.
Il trattamento economico è costituito, in conformità del C.C.N.L. area della dirigenza Enti locali vigente, dalle voci retributive di cui appresso nella misura annua lorda per tredici mensilità rispettivamente indicata:

C.c.n.l. 22.2.2010 ‐ voci retributive importo complessivo annuo per 13 mesi

‐ Stipendio tabellare 43.572,97
‐ Retribuzione di posizione – secondo l’ordine di graduazione stabilito dall’Ente.
Il trattamento economico è integrato con la retribuzione di risultato di cui alle vigenti norme contrattuali, nei limiti ivi stabiliti e all’esito delle prescritte procedure di controllo.
Le succitate indennità possono variare a seconda della disponibilità del fondo di posizione e di risultato della dirigenza definito, annualmente.
Le modalità della prestazione lavorativa e quant’altro afferente il rapporto di lavoro restano disciplinate dalla contrattazione nazionale di comparto e dalle norme di cui al d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, in materia di rapporto di lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche.

1

2. Requisiti di accesso e modalità di scelta.

Ai sensi dell’art. 110, comma 1, del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, e delle vigenti norme regolamentari, possono presentare istanza intesa ad ottenere il conferimento dell’incarico tutti coloro i quali siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) laurea in Giurisprudenza, ciclo completo, esclusa la laurea di primo livello dell’attuale ordinamento;

b) abilitazione all’esercizio della professione forense;
c) aver maturato 5 anni di effettivo servizio a tempo indeterminato nelle amministrazioni

pubbliche di cui all’art. 1, comma 2 del D.L.vo n.165/2001 e s.m.i., in posizione di lavoro corrispondente, per contenuto, a quella della categoria D del Contratto Enti Locali; oppure aver svolto attività in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali; oppure aver conseguito una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e postuniversitaria; oppure aver svolto concrete esperienze di lavoro per almeno un quinquennio, anche presso amministrazioni statali, in funzioni previste per l’accesso alla dirigenza o che provengono dai settori della ricerca della docenza universitaria, della magistratura e dei ruoli degli avvocati e procuratori dello Stato;

d) aver effettivamente esercitato per almeno cinque anni la professione di avvocato con iscrizione al relativo albo, anche, eventualmente, nell’elenco speciale dei patrocinatori degli enti pubblici.

Per l’ammissione alla selezione è altresì richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali di accesso al pubblico impiego:
c) cittadinanza italiana;
e) idoneità psico‐fisica all’espletamento delle mansioni da svolgere;

f) godimento dei diritti politici ed assenza di una delle cause che, a norma delle vigenti disposizioni di legge, ne impediscono il possesso;
g) non aver riportato condanne penali che ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, impediscano la costituzione del rapporto dell’impiego con la Pubblica Amministrazione;

i) conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
j) conoscenza di una lingua straniera.
Il conferimento dell’incarico avverrà previo procedura selettiva.
La scelta del soggetto cui conferire l’incarico sarà effettuata, mediante selezione, sulla base dei curricula dai quali dovranno risultare: i titoli culturali e professionali posseduti, le attività svolte e le precedenti esperienze di lavoro aventi attinenza con l’incarico da conferire.

Dopo la scadenza del termine fissato dall’avviso, le domande pervenute vengono istruite da una commissione, presieduta dal Segretario generale e composta da altri due componenti con qualifica dirigenziale, nominati con provvedimenti di giunta comunale. La Commissione formulerà un elenco di idonei sulla base dei curricula, dei titoli culturali e professionali, delle attività svolte e delle precedenti esperienze di lavoro. L’elenco degli idonei, con relativa documentazione allegata sarà poi rimesso al sindaco che procederà alla scelta, anche previo colloquio con gli stessi candidati.

3. Domanda di ammissione ‐ contenuto e termini.

gli interessati possono presentare apposita domanda, redatta su carta semplice, datata, firmata, in busta chiusa con indicazione del mittente e riportando la seguente dicitura “Concorso pubblico per la copertura del posto di Dirigente Amministrativo Legale per la direzione del 3° Settore Risorse umane ‐ Affari Legali a tempo determinato”:

2

  • ‐  all’Ufficio protocollo del Comune di Torre del Greco. L’istanza va presentata dal lunedì al venerdì nell’orario d’ufficio normalmente osservato Largo Plebiscito 1‐ Torre Del Greco Na (cap.80059);
  • ‐  oppure spedita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento allo stesso indirizzo, o fatta pervenire a mezza di corriere postale, legalmente autorizzato;‐ oppure mediante posta certificata all’indirizzo: personale.torredelgreco@asmepec.it, utilizzando un indirizzo di posta elettronica certificata del candidato. In tale ipotesi tutti documenti allegati dovranno essere sottoscritti con firma digitale. In questo caso si prescinde dalla produzione del documento di identità, ritenendo valida l’identificazione dell’autore dal sistema informatico attraverso le credenziali di accesso relative all’utenza personale di posta elettronica certificata di cui all’art. 16/bis del DL 185/2008. Con riferimento a tale sistema di trasmissione della domanda si precisa che la stessa verrà accreditata soltanto nel caso di invio esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica certificata rilasciato personalmente al candidato da un gestore PEC iscritto nell’apposito elenco tenuto dal CNIPA. L’inoltro telematico della domanda in modalità diverse non sarà ritenuto valido. Inoltre, dovrà essere riportato nell’oggetto e nello spazio sottostante della PEC la dicitura del bando come sopra indicato.Le domande devono pervenire entro il termine perentorio e improrogabile, pena esclusione, in busta chiusa alle ore 13,00 del 30° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale serie speciale concorsi n. 61 del 11 agosto 2015.
    Sono considerate prodotte in tempo utile anche le domande di ammissione, spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine sopra indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante.

    Non sono comunque prese in considerazione le domande che, pur spedite nei termini a mezzo raccomandata, non pervengano entro il termine di sei giorni dalla data di scadenza dell’avviso.

    L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione delle domande ovvero di comunicazioni dipendenti da inesatta o incompleta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo postale o e‐mail, indicati nella domanda, né per eventuali disguidi non imputabili all’Amministrazione stessa o, comunque, imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per mancata restituzione dell’avviso di ricevimento in caso di spedizione per raccomandata.

    Nella domanda, in particolare, l’interessato deve indicare:

  1. a)  il cognome, il nome, la data e il luogo di nascita;
  2. b)  il codice fiscale;
  3. c)  la residenza e l’eventuale recapito, se diverso dalla residenza, dove devono essergliindirizzate eventuali comunicazioni;
  4. d)  il godimento dei diritti politici;
  5. e)  di non aver ricevuto condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti che ai sensidelle vigenti disposizioni in materia impediscono la costituzione del rapporto di lavoro con laP.A.; ovvero indicare eventuali condanne penali ricevute procedimenti penali pendenti;
  6. f)  di non aver ricevuto nell’espletamento del servizio sanzioni disciplinari;

3

dichiarando, altresì, il possesso dei requisiti di cui al punto 2 del presente avviso. L’interessato deve altresì dichiarare l’esistenza o meno di una delle condizioni di incompatibilità di cui al successivo punto 4.
Alla domanda va allegato esclusivamente il curriculum formativo e professionale, suddiviso in sezioni dichiarative dei requisiti di ammissione e descrittive dei titoli valutabili, nel

seguente ordine:
sezione a): titoli di studio;
sezione b): titoli professionali (iscrizione albi professionali);
sezione c): titoli di servizio (lavoro dipendente presso pubbliche amministrazioni);
sezione d): esperienze professionali attinenti (funzioni direttive presso aziende private);
sezione e): esperienze formative (aggiornamenti professionali);
sezione f): attività formative (docenze, pubblicazioni);
sezione g): altre notizie ritenute attinenti o comunque utili.
Le dichiarazioni contenute nel curriculum, ove non formalmente documentate, devono essere autocertificate ai sensi del DPR 445/2000, medianteallegazione di copia di un documento di identità, salvo ogni accertamento d’ufficio, e saranno prese in considerazione solo se contenenti elementi sufficienti per un processo di valutazione. Le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.

4. Disciplina delle incompatibilità.

Ai sensi dell’art. 53 del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, il conferimento dell’incarico è subordinato all’assenza delle condizioni di incompatibilità ivi previste e, in particolare, all’inesistenza di un qualsiasi tipo di rapporto di lavoro subordinato. Il conferimento dell’incarico è perciò subordinato alla risoluzione di eventuali rapporti di lavoro o incarichi in corso a quella data.

Ove l’incarico sia assunto da un pubblico dipendente, il rapporto di lavoro in corso è risolto di diritto ai sensi dell’art. 110, comma 5, del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, con effetto dalla data di stipulazione del contratto di lavoro disciplinante il conferimento dell’incarico.

5. Conferimento dell’incarico e stipulazione del contratto di lavoro individuale.

Il rapporto di lavoro è costituito e in dettaglio disciplinato con la stipula di apposito contratto individuale di lavoro a tempo determinato.
Il rapporto di lavoro sarà di durata pari al mandato elettivo del sindaco e sarà risolto di diritto, prima della sua naturale scadenza, nel caso in cui l’ente venga a trovarsi in condizioni di deficit strutturale o dissesto, salve le ipotesi di recesso unilaterale e le altre cause di risoluzione del rapporto disciplinate col contratto individuale di lavoro. La sottoscrizione del contratto individuale di lavoro determina la esclusività del rapporto con esso instaurato e la incompatibilità con qualsiasi altra attività lavorativa.

Ogni ulteriore informazione inerente al presente avviso potrà essere acquisita presso l’Ufficio Risorse Umane di questo Comune, nei giorni di ricevimento, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, ovvero, nelle stesse fasce orarie, contattando il numero 081‐8830770‐772.

TORRE DEL GRECO, Il Dirigente
dott. Salvatore Visone

per il bando ufficiale vai alla seguente pagina web

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi