Concorso Investigatori di 50 unità presso la commissione Europea

Investigatori: spese dell’UE, lotta alla corruzione Questo profilo mira a selezionare personale che svolgano indagini nel settore delle spese dell’UE, della lotta alla corruzione e delle irregolarità gravi commesse dal personale dell’UE.

Tra le spese dell’UE sono comprese, tra l’altro, le spese finanziate dai fondi agricoli e strutturali, l’aiuto preadesione, gli aiuti esterni, le spese centralizzate, le spese degli strumenti finanziari e le spese gestite con le organizzazioni internazionali.

FUNZIONI DA SVOLGERE

EPSO/AD/323/16

1.   Investigatori: spese dell’UE, lotta alla corruzione (AD 7)

Le funzioni principali sono:

svolgere indagini ai sensi del regolamento (UE, Euratom) nei settori sopra indicati, anche con missioni e controlli in loco negli Stati membri o in paesi terzi o con ispezioni presso locali, per raccogliere informazioni e prove relative ai casi indagati;
preparare e svolgere interrogatori di testimoni, persone interessate, fonti e informatori;
analizzare informazioni e documenti rilevanti per il caso trattato;
redigere documenti attinenti all’indagine (ad esempio piano di lavoro e relazioni sull’indagine, relazioni sulle missioni, verbali di riunioni, ecc.);
sorvegliare l’attuazione delle raccomandazioni dell’OLAF;
apportare contributi a questioni orizzontali connesse alle indagini;
sviluppare e sorvegliare i contatti con altri servizi della Commissione, con le istituzioni, gli organi e gli organismi istituiti dai trattati o sulla base di questi ultimi («istituzioni, organi e organismi dell’Unione europea»), con organizzazioni internazionali e servizi nazionali di Stati membri e paesi terzi in relazione alle indagini;
fornire consulenze in materia di diritto penale nazionale e internazionale nonché di diritto dell’Unione europea.
2.   Investigatori: dogane e commercio, tabacco e merci contraffatte (AD 7)

Le funzioni principali sono:
svolgere indagini ai sensi del regolamento (UE, Euratom)sulle frodi doganali e commerciali (in particolare frodi relative all’origine preferenziale e non preferenziale, compresa l’evasione dei dazi antidumping e dei dazi compensativi, frodi relative a classificazioni scorrette o a sottovalutazioni) e sulle frodi in materia di tabacco e merci contraffatte;
svolgere ispezioni riguardanti le risorse proprie tradizionali ai sensi del regolamento (CE, Euratom) n. 1150/2000 del Consiglio recante applicazione della decisione 2007/436/CE, Euratom, relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee
organizzare e condurre riunioni ad hoc con gli Stati membri;
effettuare controlli «sul posto» e visite alle imprese nell’UE, e missioni investigative in paesi terzi; raccogliere e analizzare informazioni e raccogliere prove in modo da garantirne la ricevibilità come mezzo probatorio nei procedimenti giudiziari;
estrarre informazioni da varie banche dati e analizzarle;
preparare e svolgere interrogatori di testimoni, persone interessate, fonti e informatori;
scrivere relazioni sull’indagine (ad esempio relazioni sulle visite alle imprese, relazioni sulle missioni e relazioni finali, note relative ai dossier, comunicazioni di assistenza reciproca e corrispondenza);
sorvegliare l’attuazione delle raccomandazioni dell’OLAF;
coordinare e assistere le indagini svolte dai servizi investigativi degli Stati membri;
fornire elementi di prova in tribunale, se necessario, sulle indagini dell’OLAF;
apportare contributi a questioni orizzontali connesse alle indagini;
sviluppare e sorvegliare i contatti con altri servizi della Commissione, con istituzioni, organi e organismi dell’Unione europea, con organizzazioni internazionali e servizi nazionali di Stati membri e paesi terzi in relazione alle indagini.
EPSO/AD/324/16 — Investigatori: capi gruppo (AD 9)

Le funzioni principali sono:
guidare un gruppo di investigatori che svolgano indagini ai sensi del regolamento (UE, Euratom) anche con missioni e controlli in loco negli Stati membri o in paesi terzi o con ispezioni presso locali, per raccogliere informazioni e prove sui i casi indagati;
condurre riunioni con altri servizi della Commissione, altre istituzioni dell’UE, Stati membri, paesi terzi e organizzazioni internazionali in relazione alle indagini;
coordinare interrogatori di testimoni, persone interessate, fonti e informatori;
apportare contributi a questioni orizzontali connesse alle indagini;
sorvegliare e monitorare le prestazioni dei membri del gruppo e provvedere a un’efficiente ripartizione di compiti e responsabilità tra i membri del gruppo per conseguire i risultati previsti;
dirigere il gruppo in modo efficace in modo che i suoi membri siano motivati e sviluppino le loro competenze ed esperienze;
sviluppare, sorvegliare e coordinare i contatti in relazione alle indagini con altri servizi della Commissione, con istituzioni, organi e organismi dell’Unione europea, con organizzazioni internazionali e servizi nazionali degli Stati membri e di paesi terzi.
Fine dell’ALLEGATO I, cliccare qui per tornare al testo principale

 

 

Investigatori: dogane e commercio, tabacco e merci contraffatte

Questo profilo mira a selezionare amministratori (AD 7) che svolgano indagini nel settore delle dogane e del commercio, del tabacco e delle merci contraffatte.

EPSO/AD/324/16 (AD 9): capi gruppo

Questo concorso generale mira a selezionare amministratori (AD 9) che dirigano un gruppo di investigatori operanti nel settore delle spese dell’UE, della lotta alla corruzione, delle irregolarità gravi del personale dell’UE, delle dogane e del commercio, del tabacco e delle merci contraffatte.

Tra le spese dell’UE sono comprese, tra l’altro, le spese finanziate dai fondi agricoli e strutturali, l’aiuto preadesione, gli aiuti esterni, le spese centralizzate, le spese degli strumenti finanziari e le spese gestite con le organizzazioni internazionali.

 

Per essere assunti nei due concorsi è richiesta una buona conoscenza dell’inglese (parlato e scritto). L’inglese è la principale lingua utilizzata dagli investigatori che operano nel settore della lotta alla corruzione e/o alla criminalità finanziaria in un contesto internazionale. Una buona padronanza dell’inglese è pertanto essenziale sia per tenere presentazioni e partecipare a dibattiti sia per redigere relazioni, ai fini di una cooperazione efficace e di un valido scambio di informazioni con le autorità nazionali di Stati membri e paesi terzi.

Il modulo di candidatura va compilato in francese , inglese o tedesco .

La seconda lingua del concorso deve essere scelta tra il francese , l’ inglese e il tedesco . Sono queste le principali lingue di lavoro della Commissione e, nell’interesse del servizio, i neoassunti devono essere immediatamente in grado di lavorare e di comunicare in modo efficace nel loro lavoro quotidiano in almeno una di queste lingue.

PER INFORMAZIONI E CANDIDATURE VAI ALLA PAGINA WEB   GAZZETTA UFFICIALE EUROPEA

Vai alla barra degli strumenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi