Marina Militare Bando di reclutamento 2016 di 1500 unità di cui 30 per il settore d’impiego incursori

Per il 2016 e’ indetto un bando di reclutamento nella Marina militare di 1.500 VFP 1, di cui: a) 500 per il Corpo equipaggi militari marittimi (CEMM), cosi’ distribuiti:

360 per il settore d’impiego «navale»;
60 per il settore d’impiego «anfibi»;
30 per il settore d’impiego «incursori»;
15 per il settore d’impiego «palombari»;
20 per il settore d’impiego «sommergibilisti»;
15 per il settore d’impiego «Componente aeromobili»; b)
1.000 per il Corpo delle capitanerie di porto (CP), cosi’ distribuiti:

994 per le varie categorie, specialita’, abilitazioni;
6 per il settore d’impiego «Componente aeromobili».

Il reclutamento e’ effettuato in un unico blocco, con quattro distinti incorporamenti, cosi’ suddivisi:
1° incorporamento, previsto nel mese di marzo 2016, per i primi 370 classificati nella graduatoria di merito, di cui 120 posti per il CEMM (destinati al settore d’impiego «navale») e 250 per le CP;

2° incorporamento, previsto nel mese di maggio 2016, per i secondi 370 classificati nella graduatoria di merito, di cui 120 posti per il CEMM (destinati al settore d’impiego «navale») e 250 per le CP;

3° incorporamento, previsto nel mese di settembre 2016, per i terzi 390 classificati nella graduatoria di merito, di cui

140 posti per il CEMM (destinati ai seguenti settori d’impiego:

60 «anfibi»; 30 «incursori»;
15 «palombari»;
20 «sommergibilisti»;
15 «Componente aeromobili»)

e 250 per le CP (di cui 6 destinati al relativo settore d’impiego «Componente aeromobili»);
4° incorporamento, previsto nel mese di novembre 2016, per i quarti e ultimi 370 classificati nella graduatoria di merito, di cui 120 posti per il CEMM (destinati al settore d’impiego «navale») e 250 per le CP.

La domanda di partecipazione puo’ essere presentata dal 14 ottobre 2015 al 12 novembre 2015, per i nati dal 12 novembre 1990 al 12 novembre 1997, estremi compresi. 3.

E’ consentito chiedere di essere destinati a uno solo dei seguenti settori d’impiego: a) «CEMM navale e CP» (CEMM o CP); b) «CEMM anfibi»; c) «CEMM incursori»; d) «CEMM palombari»; e) «CEMM sommergibilisti»; f) «Componente aeromobili» (CEMM o CP). Non e’ possibile chiedere l’arruolamento, neanche presentando distinte domande, per piu’ di uno dei settori d’impiego di cui alle lettere b), c), d), e) e f). I candidati che hanno proposto domanda esclusivamente per i settori d’impiego «CEMM navale» o «CP», qualora idonei vincitori, saranno assegnati al settore richiesto. I candidati che hanno proposto domanda per uno dei settori d’impiego di cui alle lettere b), c), d), e) e f): qualora idonei per il settore richiesto e vincitori, saranno assegnati a detto settore; qualora idonei quali VFP 1 della Marina militare ma inidonei per il settore richiesto, ovvero idonei non vincitori per detto settore, saranno collocati nella graduatoria generale di cui al successivo art. 6, lettera f), numero 1) e assegnati, se vincitori, al settore d’impiego «CEMM navale e CP». Se in un qualsiasi settore d’impiego i posti a concorso risulteranno non ricoperti per insufficienza di concorrenti idonei, su indicazione dello Stato maggiore della Marina, potra’ procedersi alla devoluzione dei posti ad altro settore d’impiego. 4. Il 10% dei posti disponibili e’ riservato alle seguenti categorie previste dall’art. 702 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66: diplomati presso le Scuole militari; assistiti dell’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell’Esercito; assistiti dell’Istituto Andrea Doria, per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina militare; assistiti dell’Opera nazionale figli degli aviatori; assistiti dell’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma dei carabinieri; figli di militari deceduti in servizio. In caso di mancanza, anche parziale, di candidati idonei appartenenti alle suindicate categorie di riservatari, i relativi posti saranno devoluti agli altri concorrenti idonei, secondo l’ordine di graduatoria. 5. Le domande devono essere presentate, entro il termine previsto, secondo la modalita’ specificata nel successivo art. 4. 6. Resta impregiudicata per l’amministrazione della Difesa la facolta’, esercitabile in qualunque momento, di revocare il presente bando di reclutamento, variare il numero dei posti, modificare, annullare, sospendere o rinviare lo svolgimento delle attivita’ previste dal presente bando, in ragione di esigenze attualmente non valutabili ne’ prevedibili, ovvero in applicazione di leggi di bilancio dello Stato o finanziarie o di disposizioni di contenimento della spesa pubblica. In tal caso, l’amministrazione della Difesa ne dara’ immediata comunicazione nel sito internet del Ministero della difesa (www.difesa.it, area siti di interesse e approfondimenti, link concorsi e scuole militari e successivo link reclutamento volontari e truppa), che avra’ valore di notifica a tutti gli effetti per gli interessati. In ogni caso la stessa Amministrazione provvedera’ a formalizzare la citata comunicazione mediante avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4ª serie speciale. 7. Nel caso in cui l’Amministrazione eserciti la potesta’ di auto-organizzazione prevista dal comma precedente, non sara’ dovuto alcun rimborso pecuniario ai candidati circa eventuali spese dagli stessi sostenute per la partecipazione alle selezioni concorsuali.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi