Pubblicato concorso ASP Infermieri stipendio 1800 euro mensili.

sanità assunzioni lazio

Fai domanda per lavorare come infermiere Stipendio 1800.00 euro mese ecco il bando ed il modulo di domanda per partecipare al concorso.

 

E’ indetto il concorso pubblico, per esami, per la copertura di n. 2 posti di Infermiere, Cat. C, – posizione economica C1 – ccnl Regioni Autonomie Locali per la durata di mesi 18 nel rispetto della legge 10 aprile 1991, n. 125, che garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro.

2) Il trattamento economico è il seguente:

stipendio annuo iniziale onnicomprensivo: € 21.624,92 e le altre eventuali indennità connesse alla normativa vigente;

tredicesima mensilità nella misura di legge;

quote di aggiunta di famiglia, se dovute, nella misura di legge;

ogni altra indennità o compenso che dovessero essere stabiliti da disposizioni legislative e/o contrattuali.

Tutti gli emolumenti sono soggetti alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali, nelle misure e forme di legge.

3) Per essere ammessi al concorso gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) Diploma universitario di infermiere di cui al decreto del Ministro della Sanità 14.9.1994, n. 739 o altro titolo equipollente a termini del decreto del Ministro della Sanità di concerto con il Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica in data 27.7.2000 e iscrizione albo professionale del collegio IPASVI;

b) cittadinanza di uno dei Paesi membri dell’Unione Europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. 7.2.1994, n° 174, o “status” equiparato per legge alla cittadinanza italiana;

c) godimento dei diritti civili e dei diritti politici;

d) Per i cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva (solo per i concorrenti di sesso maschile nati anteriormente al 1986): essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo e di quelli relativi al Servizio Militare (art. 4 DPR 237/1964 e ss.mm.ii.);

e) non essere stati licenziati o destituiti da una Pubblica Amministrazione;

f) immunità da cause di interdizione dai pubblici uffici, da condanne definitive per i delitti previsti dagli articoli 314,316, 316 bis, 317, 318, 319, 319 ter, 320, 416 bis del codice penale e dagli artt. 7 e 74 del testo unico approvato con DPR 9.10.1990, n.309, salva l’avvenuta riabilitazione, nonché dall’applicazione, con provvedimento definitivo, di misura di prevenzione di cui alle leggi 575/1965 e 646/1982;

g) idoneità psicofisica all’impiego;

h) conoscenza degli strumenti informatici, in particolare fogli di calcolo e scrittura documenti.

Tutti i summenzionati requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del presente bando.

L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione al concorso e per la nomina in ruolo comporta, in qualunque tempo, la decadenza dalla nomina.

4) Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta libera, devono essere indirizzate e fatte pervenire all’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona A.S.P. Casa di Riposo e Pensionato Imperia, entro il perentorio termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione dell’estratto del bando sulla Gazzetta Ufficiale. Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite via fax o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato (a tale fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante), purché siano recapitate entro il quinto giorno successivo alla scadenza del bando. 2
Nella domanda, debitamente firmata, gli aspiranti sono tenuti a dichiarare, sotto la propria responsabilità:

a) cognome, nome, luogo e data di nascita, residenza;

b) il preciso recapito anche telefonico presso il quale l’Azienda potrà utilmente far pervenire ogni notizia o comunicazione relativa alla selezione, sollevando l’Azienda stessa da ogni responsabilità per ogni conseguenza dovuta ad erronea od omessa segnalazione.

c) l’indicazione del concorso al quale intendono partecipare;

d) il possesso della cittadinanza italiana (o di uno degli Stati della Unione Europea, indicando, in tale ipotesi, l’adeguata conoscenza della lingua italiana);

e) il Comune ove sono iscritti nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle stesse;

f) le eventuali condanne penali riportate e gli eventuali procedimenti penali in corso. In caso negativo dovrà essere dichiarata l’inesistenza di condanne o procedimenti penali;

g) per i cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva: la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

h) gli eventuali servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni nonché le cause di risoluzione di eventuali precedenti rapporti di impiego presso le stesse;

i) l’idoneità psicofisica all’impiego;

j) l’eventuale situazione di portatore di handicap, il tipo di ausilio per gli esami e i tempi necessari aggiuntivi;

k) nella previsione di cui al precedente punto j), dovrà rendersi apposita dichiarazione di non avere perduto ogni capacità lavorativa e che la natura ed il grado della propria invalidità non possono costituire danno alla salute ed alla incolumità dei fruitori del servizio e dei compagni di lavoro o alla sicurezza degli impianti;

l) il titolo di studio richiesto per l’ammissione al concorso, con indicazione della precisa tipologia, votazione attribuita e anno di conseguimento nonché il riferimento all’iscrizione all’albo del collegio IPASVI;

m) l’autorizzazione all’Azienda, nei limiti di specifiche previsioni di legge, regolamentari, statutarie e per fini istituzionali:

– ad utilizzare i propri dati personali ai soli fini economico-giuridici conseguenti e discendenti dal procedimento amministrativo in tutte le sue fasi;

n) l’immunità da cause di interdizione dai pubblici uffici, da condanne definitive per i delitti previsti dagli articoli 314,316, 316 bis, 317, 318, 319, 319 ter, 320, 416 bis del codice penale e dagli artt. 7 e 74 del testo unico approvato con DPR 9.10.1990, n.309, salva l’avvenuta riabilitazione, nonché dall’applicazione, con provvedimento definitivo, di misura di prevenzione di cui alle leggi 575/1965 e 646/1982;

o) la conoscenza degli strumenti informatici, in particolare fogli di calcolo e scrittura documenti.

q) L’esistenza di eventuali titoli che danno diritto all’applicazione delle preferenze previste dalla vigente normativa;

La domanda di partecipazione deve essere sottoscritta in calce dal concorrente, ai sensi dell’art. 39 DPR 445/2000 la sottoscrizione non è soggetta ad autenticazione.

2) Il trattamento economico è il seguente:

stipendio annuo iniziale onnicomprensivo: € 21.624,92 e le altre eventuali indennità connesse alla normativa vigente;

tredicesima mensilità nella misura di legge;

quote di aggiunta di famiglia, se dovute, nella misura di legge;

ogni altra indennità o compenso che dovessero essere stabiliti da disposizioni legislative e/o contrattuali.

Tutti gli emolumenti sono soggetti alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali, nelle misure e forme di legge.

3) Per essere ammessi al concorso gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) Diploma universitario di infermiere di cui al decreto del Ministro della Sanità 14.9.1994, n. 739 o altro titolo equipollente a termini del decreto del Ministro della Sanità di concerto con il Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica in data 27.7.2000 e iscrizione albo professionale del collegio IPASVI;

b) cittadinanza di uno dei Paesi membri dell’Unione Europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. 7.2.1994, n° 174, o “status” equiparato per legge alla cittadinanza italiana;

c) godimento dei diritti civili e dei diritti politici;

d) Per i cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva (solo per i concorrenti di sesso maschile nati anteriormente al 1986): essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo e di quelli relativi al Servizio Militare (art. 4 DPR 237/1964 e ss.mm.ii.);

e) non essere stati licenziati o destituiti da una Pubblica Amministrazione;

f) immunità da cause di interdizione dai pubblici uffici, da condanne definitive per i delitti previsti dagli articoli 314,316, 316 bis, 317, 318, 319, 319 ter, 320, 416 bis del codice penale e dagli artt. 7 e 74 del testo unico approvato con DPR 9.10.1990, n.309, salva l’avvenuta riabilitazione, nonché dall’applicazione, con provvedimento definitivo, di misura di prevenzione di cui alle leggi 575/1965 e 646/1982;

g) idoneità psicofisica all’impiego;

h) conoscenza degli strumenti informatici, in particolare fogli di calcolo e scrittura documenti.

Tutti i summenzionati requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del presente bando.

L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione al concorso e per la nomina in ruolo comporta, in qualunque tempo, la decadenza dalla nomina.

4) Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta libera, devono essere indirizzate e fatte pervenire all’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona A.S.P. Casa di Riposo e Pensionato Imperia, entro il perentorio termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione dell’estratto del bando sulla Gazzetta Ufficiale. Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite via fax o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato (a tale fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante), purché siano recapitate entro il quinto giorno successivo alla scadenza del bando. 2
Nella domanda, debitamente firmata, gli aspiranti sono tenuti a dichiarare, sotto la propria responsabilità:

a) cognome, nome, luogo e data di nascita, residenza;

b) il preciso recapito anche telefonico presso il quale l’Azienda potrà utilmente far pervenire ogni notizia o comunicazione relativa alla selezione, sollevando l’Azienda stessa da ogni responsabilità per ogni conseguenza dovuta ad erronea od omessa segnalazione.

c) l’indicazione del concorso al quale intendono partecipare;

d) il possesso della cittadinanza italiana (o di uno degli Stati della Unione Europea, indicando, in tale ipotesi, l’adeguata conoscenza della lingua italiana);

e) il Comune ove sono iscritti nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle stesse;

f) le eventuali condanne penali riportate e gli eventuali procedimenti penali in corso. In caso negativo dovrà essere dichiarata l’inesistenza di condanne o procedimenti penali;

g) per i cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva: la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

h) gli eventuali servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni nonché le cause di risoluzione di eventuali precedenti rapporti di impiego presso le stesse;

i) l’idoneità psicofisica all’impiego;

j) l’eventuale situazione di portatore di handicap, il tipo di ausilio per gli esami e i tempi necessari aggiuntivi;

k) nella previsione di cui al precedente punto j), dovrà rendersi apposita dichiarazione di non avere perduto ogni capacità lavorativa e che la natura ed il grado della propria invalidità non possono costituire danno alla salute ed alla incolumità dei fruitori del servizio e dei compagni di lavoro o alla sicurezza degli impianti;

l) il titolo di studio richiesto per l’ammissione al concorso, con indicazione della precisa tipologia, votazione attribuita e anno di conseguimento nonché il riferimento all’iscrizione all’albo del collegio IPASVI;

m) l’autorizzazione all’Azienda, nei limiti di specifiche previsioni di legge, regolamentari, statutarie e per fini istituzionali:

– ad utilizzare i propri dati personali ai soli fini economico-giuridici conseguenti e discendenti dal procedimento amministrativo in tutte le sue fasi;

n) l’immunità da cause di interdizione dai pubblici uffici, da condanne definitive per i delitti previsti dagli articoli 314,316, 316 bis, 317, 318, 319, 319 ter, 320, 416 bis del codice penale e dagli artt. 7 e 74 del testo unico approvato con DPR 9.10.1990, n.309, salva l’avvenuta riabilitazione, nonché dall’applicazione, con provvedimento definitivo, di misura di prevenzione di cui alle leggi 575/1965 e 646/1982;

o) la conoscenza degli strumenti informatici, in particolare fogli di calcolo e scrittura documenti.

q) L’esistenza di eventuali titoli che danno diritto all’applicazione delle preferenze previste dalla vigente normativa;

La domanda di partecipazione deve essere sottoscritta in calce dal concorrente, ai sensi dell’art. 39 DPR 445/2000 la sottoscrizione non è soggetta ad autenticazione.

 

 

Per ulteriori informazioni consulta il bando-concorso-per-infermiere

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi