Pubblicato Concorso vigili del fuoco 250 posti con Licenza Media

concorso vigili del fuoco

Concorso vigili del fuoco E’ indetto un concorso pubblico a 250 posti nella qualifica di vigile del fuoco del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.con licenza media

MINISTERO DELL’INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE

CONCORSO (scad. 15 dicembre 2016)

Concorso pubblico, per titoli ed esami, a 250 posti nella qualifica di vigile del fuoco del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. (GU 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.90 del 15-11-2016)

 

Ai sensi dell’art. 5, comma 2, del decreto legislativo 13 ottobre 2005, n. 217: il 45% dei posti e’ riservato ai volontari in ferma prefissata delle forze armate; il 25% dei posti e’ riservato al personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco che, alla data di indizione del bando, sia iscritto negli appositi elenchi da almeno tre anni ed abbia effettuato non meno di centoventi giorni di servizio; il 20% dei posti e’ riservato a coloro che abbiano svolto per almeno dodici mesi il servizio civile nelle attivita’ istituzionali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. I posti riservati, non coperti, sono conferiti, secondo l’ordine della graduatoria, agli altri candidati idonei. Coloro che intendano avvalersi di una delle suddette riserve devono dichiararlo nella domanda di partecipazione al concorso.

 

Requisiti di ammissione

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana;
b) godimento dei diritti politici;
c) non aver compiuto 30 anni di eta’; gli iscritti da almeno un anno negli elenchi del personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco in possesso degli altri requisiti non devono aver compiuto 37 anni di eta’;
d) possesso dei requisiti psico-fisici ed attitudinali di cui al decreto del Ministro dell’interno 11 marzo 2008, n. 78 e successive modifiche ed integrazioni;
e) possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo;
f) possesso delle qualita’ morali e di condotta di cui all’art. 26 della legge 1° febbraio 1989, n. 53 nonche’ all’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Non sono ammessi al concorso coloro che siano stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati o che abbiano riportato una condanna a pena detentiva per delitti non colposi ovvero siano stati sottoposti a misura di prevenzione nonche’ coloro che siano stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3.

I requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande di partecipazione, ad eccezione dei requisiti di idoneita’ fisica e psichica, che devono essere posseduti al momento degli accertamenti effettuati dalla commissione medica.

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata utilizzando la procedura informatica disponibile sul sito del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile all’indirizzo https://concorsi.vigilfuoco.it seguendo le istruzioni ivi specificate.

La procedura di compilazione ed invio on line della domanda deve essere effettuata entro il termine perentorio di trenta giorni che decorre dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª serie speciale «Concorsi ed esami».

Qualora l’ultimo giorno per la presentazione telematica della domanda coincida con un giorno festivo, il termine e’ prorogato al giorno successivo non festivo. La data di presentazione on line della domanda di partecipazione al concorso e’ certificata dal sistema informatico che, alle ore 24.00 del termine utile, non permettera’ piu’ l’invio del modulo elettronico. Non sono ammesse altre forme di produzione o di invio delle domande di partecipazione al concorso.

Le domande di partecipazione inoltrate con qualsiasi mezzo, anche telematico, diverso da quello sopraindicato non saranno prese in considerazione. In caso di avaria temporanea del sistema informatico di acquisizione delle domande, l’Amministrazione si riserva di posticipare il termine per il solo invio on line delle stesse, fermo restando il termine di scadenza previsto nel presente bando per il possesso dei requisiti e dei titoli. Dell’avvenuto ripristino e dell’eventuale proroga verra’ data notizia con avviso sul sito del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile http://www.vigilfuoco.it nonche’ all’indirizzo https://concorsi.vigilfuoco.it Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti e nei confronti di tutti i candidati. Dopo aver effettuato la registrazione ed aver inserito i dati richiesti, il candidato deve effettuare la stampa della domanda da sottoscrivere e consegnare il giorno stabilito per la prova preselettiva.

Le dichiarazioni sono rese dai candidati nella domanda ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni. I candidati dichiarano nella domanda di essere a conoscenza delle sanzioni penali cui possono andare incontro in caso di falsita’ in atti e dichiarazioni mendaci ai sensi dell’art. 76 del predetto decreto. L’Amministrazione procedera’ ai controlli previsti dall’art. 71 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni sulla veridicita’ delle dichiarazioni sostitutive, anche per gli effetti dell’art. 75 del citato decreto del Presidente della Repubblica.

Gli aspiranti devono dichiarare nella domanda:

a) cognome e nome;
b) luogo e data di nascita;
c) l’esatta indicazione della residenza anagrafica;
d) il codice fiscale;
e) il possesso della cittadinanza italiana;
f) il godimento dei diritti politici;
g) il possesso del titolo di studio di cui all’art. 2, primo comma, punto e) del presente bando, precisando l’istituto, il luogo e la data di conseguimento;
h) di non essere stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati, di non essere stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, di non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3;
i) di non avere riportato condanne a pena detentiva per delitti non colposi;
j) di non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
k) la lingua straniera prescelta per il colloquio tra inglese, francese, spagnolo e tedesco;
l) l’eventuale possesso di titoli preferenziali di cui all’art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modifiche ed integrazioni;
m) l’eventuale diritto alle riserve dei posti di cui all’art. 1 del presente bando; n) di essere a conoscenza del testo integrale del bando di concorso.

Il candidato ha inoltre l’obbligo di comunicare le successive eventuali variazioni di indirizzo a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Ministero dell’interno – Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile – Direzione centrale per gli affari generali – Ufficio II – Affari concorsuali e contenzioso – Ufficio per la gestione dei concorsi d’accesso – via Cavour, 5 – 00184 Roma, o attraverso l’utilizzo della posta elettronica certificata da inviare al seguente indirizzo ag.concorsiaccesso@cert.vigilfuoco.it

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilita’ in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte o incomplete indicazioni del recapito da parte del candidato oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, ne’ per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

 

Per ulteriori informazioni consulta il bando: Concorso vigili del fuoco

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi