Se il tuo sogno e Stamapre soldi ti puoi candidare come Operaio per la Banca d’Italia ecco il concorso pubblico e come cadidarti

La Banca d’Italia indice i seguenti concorsi pubblici per l’assunzione di Operai richiesto Diploma a utilizzare prevalentemente per le attivita’ di conduzione degli apparati per la produzione delle banconote;

BANCA D’ITALIA

CONCORSO OPERAI (scad. 29 marzo 2018)

Concorsi pubblici per la copertura di quindici operai

Requisiti di partecipazione e di assunzione La Banca d’Italia indice i seguenti concorsi pubblici per l’assunzione di:

A) dieci operai di 3ª categoria junior – profilo tecnico operativo, da utilizzare prevalentemente per le attivita’ di conduzione degli apparati per la produzione delle banconote;

B) cinque operai di 3ª categoria junior – profilo tecnico operativo, da utilizzare prevalentemente per le attivita’ di manutenzione degli apparati per la produzione delle banconote. I vincitori lavoreranno presso il Servizio Banconote, a Roma – via Tuscolana n. 417, struttura caratterizzata da una spiccata specificita’ industriale connessa con la produzione delle banconote in euro, con una proiezione internazionale. L’inserimento dei neo-assunti sara’ assistito da un percorso di addestramento, volto a favorire l’acquisizione delle competenze professionali richieste dalle specifiche attivita’ da svolgere, che prevede formazione d’aula e affiancamento a personale piu’ esperto.

Sono richiesti i seguenti requisiti:

1) diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da un istituto tecnico, settore tecnologico con indirizzo: meccanica, meccatronica ed energia – articolazione meccanica e meccatronica; elettronica ed elettrotecnica – articolazioni elettrotecnica, elettronica e automazione; grafica e comunicazione; chimica, materiali e biotecnologie – articolazione chimica e materiali ovvero diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da un istituto professionale, settore industria e artigianato con indirizzo: manutenzione e assistenza tecnica; produzioni industriali e artigianali – articolazione industria ovvero diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da un istituto tecnico industriale di previgente ordinamento con indirizzo: meccanica; fisica industriale; metallurgia; elettrotecnica e automazione; elettronica e telecomunicazioni; arti grafiche; industria cartaria; chimico ovvero diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da un istituto professionale di previgente ordinamento con indirizzo: tecnico industrie elettriche; tecnico industrie elettroniche; tecnico industrie meccaniche; tecnico sistemi energetici; tecnico chimico e biologico; tecnico dell’industria grafica.

E’ altresi’ consentita la partecipazione ai possessori di titoli di studio conseguiti all’estero o di titoli esteri conseguiti in Italia riconosciuti equivalenti, secondo la vigente normativa, a uno dei titoli sopraindicati ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

La domanda per l’equivalenza del titolo di studio deve essere presentata alla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della Funzione pubblica – entro il termine per la presentazione della domanda;

2) eta’ non inferiore agli anni diciotto;

3) cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’art. 38 del decreto legislativo 165/2001;

4) idoneita’ fisica alle mansioni. In relazione alle attivita’ da svolgere si richiede l’integrita’ e la piena funzionalita’ dell’apparato cardiocircolatorio e respiratorio; dell’apparato osteo-mio- articolare; dell’udito e della vista ancorche’, limitatamente a quest’ultima, con correzione;

5) godimento dei diritti civili e politici, anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;

6) non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere nell’Istituto (cfr. art. 8);

7) adeguata conoscenza della lingua italiana. I requisiti di cui ai precedenti punti 1 e 2 devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita per la presentazione della domanda; il possesso del requisito di cui al punto 7 viene verificato durante le prove del concorso; l’equivalenza del titolo di studio e gli altri requisiti devono essere posseduti alla data di assunzione.

La Banca d’Italia puo’ verificare l’effettivo possesso dei requisiti previsti dal presente bando in qualsiasi momento, anche successivo allo svolgimento delle prove di concorso e all’eventuale instaurazione del rapporto d’impiego. La Banca d’Italia dispone l’esclusione dal concorso, non da’ seguito all’assunzione ovvero procede alla risoluzione del rapporto d’impiego dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o piu’ dei requisiti previsti dal bando ovvero dei titoli eventualmente dichiarati ai fini della preselezione di cui al successivo art. 3.

Le eventuali difformita’ riscontrate rispetto a quanto dichiarato o documentato dagli interessati vengono segnalate all’Autorita’ giudiziaria.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi